mercoledì 28 giugno 2017

Release Party: La Callas di Amalia Mora

L'immagine può contenere: sMS





Buongiorno e ben trovati svampitelli belli in questo mercoledì particolarmente caldo.
Oggi nuovo post sul blog, infatti Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog un RELEASE PARTY,  dedicato a 'LA CALLAS' di Amalia Mora, di cui vi avevo già parlato in un post anteprima molto dettagliato qui.

(In uscita il 28 Giugno per Hop!Edizioni a € 18,00 ... E CIOE' OGGI!)


Questo volume è il secondo di una serie di picture books dedicate a grandi figure femminili del panorama artistico, che sia scrittura, musica, canto, pittura, moda, insomma di tutto!
Pensata come linea all ages, è consigliata a partire dai 12 anni. 
Il mese scorso c'è stato un blogtour in onore dell'uscita del primo volume dedicato a Madonna, mentre oggi vi parliamo di:


TitoloLa Callas
Autore: Amalia Mora
Pagine: 88 (Copertina flessibile)
Data di uscita: 28 Giugno 2017 
Editore: Hop! Edizioni

Collana: Per Aspera ed Astra
Prezzo: € 18,00
Maria Callas è stata la più grande cantante lirica di tutti i tempi. Non cantava, interpretava, anzi creava, infondendo la vita nella musica e portando ogni spettatore a confrontarsi con le proprie emozioni. Ha coltivato, grazie al talento e a un lavoro indefesso, tutti i registri vocali da soprano, mezzo-soprano a contralto e ha potuto così esprimere la sua grandezza in tanti ruoli diversi. Grazie alla collaborazione con registi come Luchino Visconti e Franco Zeffirelli, ha rivoluzionato il modo di recitare nel melodramma. La sua splendida carriera è stata però punteggiata da momenti drammatici, spettacoli lasciati a metà, ritiri e ritorni. La sua vita privata è stata ugualmente favolosa e tragica, degna del vissuto delle eroine da lei impersonate.

"Vivere è lottare senza scampo, è così per tutti. Cambiano solo le nostre armi e quelle usate a nostro danno." (Maria Callas)

Vi riporto qui uno stralcio del picture book:

[...]Maria Callas è stata la più grande cantante lirica, il modello inarrivabile con cui ogni nuova stella dell'opera ha dovuto e deve ancora oggi confrontarsi. Non cantava, interpretava, anzi creava e per questo tutti i ruoli da lei portati sul palco sono ancora oggi suoi. Puntando sempre al cuore, ha rivoluzionato l'opera, ha infuso la vita nella musica e portato ogni spettatore a misurarsi con le proprie emozioni. Logorata dalle contraddizioni, ha oscillato tra la fierezza in pubblico e il tormento privato per una perfezione a suo parere mai raggiunta, ha servito l'arte seguendo una passione che la spingeva avanti senza tregua: ogni performance per lei doveva essere migliorata.[...]


Vi lascio inoltre qualche immagine in anteprima:

L'immagine può contenere: 1 persona

LO SCONTRO: Callas vs Tebaldi
Dal momento dell'ingaggio alla Scala prende vita anche il
noto duello con Renata Tebaldi, che del teatro di Milano
è la regina. Un conflitto sostenuto più dalle fazioni dei
diversi ammiratori che non dalle due cantanti, e ottima
materia per rotocalchi e giornali.


L'immagine può contenere: 1 persona


Il trionfo a Milano
L'interpretazione d'esordio della Callas a Milano è
definita da tutti i giornali “storica”. È solo la prima
di 181 esibizioni in 23 ruoli diversi che reciterà nel
teatro meneghino nei successivi anni.


L'immagine può contenere: 1 persona


EPISODIO CHIAVE: La Paloma
Se un episodio può essere individuato come quello che ha segnato il
destino di Maria, bisogna pensare a quella sera di maggio in cui,
a dieci anni, suona e canta La paloma. Le finestre sono aperte
e tantissima gente si accalca in strada per ascoltarla e quindi applaudirla.


Nessun testo alternativo automatico disponibile.


La Callas è RISOLUTA:
A casa compete persino con i suoi canarini, Elmina
e David: i suoi acuti stordiscono la prima fino a
farla svenire, mentre al secondo cerca di estorcere
il segreto del garrulo canto.


L'immagine può contenere: scarpe

D'IMPROVVISO: Incantesimo

“Onassis ha rovinato la sua vita”, dichiara l'amica
Biki. “Per me la vita è iniziata a 40 anni o quasi”,
afferma invece Maria. Come vittima di un
incantesimo, stregata dal fascinoso nababbo,
rinnega la sua vocazione, il canto.




Amalia Mora interpreta Maria Callas con immagini intense e vertiginose, realizzate con una tecnica mista che unisce sfondi digitali a figure umane realizzate con pennello brush e finiture a china. Gioca mescolando scorci prospettici e ritratti potenti che ammantano la Divina dell'alone romantico che ne accompagna la storia. 

Sono riuscita ad incuriosirvi un po'?
Spero di si, anche perché io non vedo l'ora di averlo tra le mie mani e sfogliarlo!

Dunque, per oggi è tutto!
A risentirci nei prossimi post cari svampitelli miei.

Con amore,
Svamps.

3ª Tappa Blogtour: "Le sfide di Apollo - La profezia oscura" di Rick Riordan


Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
In questo giorno gioiglorioso in cui un tot di anni fa prendevo la prima comunione, vi propongo un blogtour a cui tengo un sacco un sacco.

Oggi, Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la terza tappa del Blogtour dedicato a 'Le Sfide di Apollo - La profezia oscura' di Rick Riordan.
(Uscito il 27 giugno in tutte le librerie per Mondadori a € 18,00)


Un evento organizzato in collaborazione con altri fantastici blogger di cui vi consiglio le tappe e le recensioni.

Innanzitutto di seguito troverete il calendario con tutte le tappe.




Ma ora bando alle ciance e ciancio alla bande e veniamo subito alla mia tappa!
Che facce avrebbero i nostri personaggi se dovessimo girare il film de Le sfide di Apollo???
Si, avete capito bene!
DreamCAST!!!!!

DREAM CAST - E SE LE SFIDE DI APOLLO FOSSE UN FILM?


E' così che armata di fantasia, pazienza e con l'aiuto delle mie fedeli compagne, abbiamo stilato il cast perfetto!

Apollo (God version): Alex Pettyfer


 



Parliamoci chiaro, Apollo che è il primo narcisista sulla faccia della terra, me lo immagino proprio biondo e palestrato, ed estremamente pieno di sé.


Lester Papadopoulos: Tom Holland



Passare dall'essere un gran figo ad un adolescente secco, riccio e brufoloso non è proprio una cosa bellissima, ed Apollo la prende estremamente male. Ma dai ciccio che poteva andarti peggio! (o forse noh)


Meg McCaffrey: Ruby Barnhill

Immagine correlata
Immagine correlata
Protagonista del film Il GGG di Roald Dahl, Ruby Barnhill sembrava a me e Gabry (che è stata fondamentale nelle scelte per questo DC) un'ottima rappresentante per l'occhialuta Meg.


Percy Jackson: Logan Lerman




Datemi pure delle banalotta, ma Logan per me è il perfetto Percy (che poi adoro sia Percy come personaggio che Logan come attore, che Logan come attore che interpreta Percy come personaggio eeeee MACARENA!)


Nico di Angelo: Asa Butterfield




La mia amata Gabriella si è caldamente raccomandata: "Trattami bene Nico!" E la mia scelta riguardo all'inquietantissimo bambino del film Hugo Cabret ha sortito un effetto positivo. Quindi bene così U_U

Will Solace: Sterling Knight





La battaglia era tra lui e Daniel Sherman, ma quest'ultimo nonostante sia un figo pazzesco, ha troppo l'aria da duro e i lineamenti affilati. Quindi la scelta è ricaduta su Sterling che ha più l'aria da amicone.

Leo Valdez: Jake T. Austin / Kassio Gama

 
  

Uno dei personaggi che più ,mi mancava della saga era proprio Leo, anche se ci sono state molte indecisioni sulle sue fattezze! E così abbiamo deciso di metterci due ragazzi e a voi la scelta!


Calypso: Erin Moriarty


Anche su Calypso ci siamo dibattute a lungo, nessuna sembrava rappresentarla alla perfezione e forse neanche Erin ci riesce benissimo. Ma di sicuro era la migliore di quelle che comparivano nella nostra lista.

Demetra: Keri Russell



In quanto madre di Meg, mi sembrava aggiungerci anche Demetra. E Keri Russell mi sembrava perfetta per la parte.


La tappa (un po' lunghetta e variopinta) finisce qui.
Cosa ne pensate delle nostre scelte?


Che faccio, svengo?
O racconto una storia?
Va bene, svengo

Bene, il post finisce qui, ma non perdete le altre tappe.
A risentirci cari svampitelli miei.


 
Con amore,
Svamps.

martedì 27 giugno 2017

6ª Tappa Blogtour 'Dente per Dente' di Francesco Muzzopappa


Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
In questo giorno gioiglorioso in cui un tot di anni fa prendevo la prima comunione, vi propongo un blogtour a cui tengo un sacco un sacco.

Oggi, Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la sesta tappa del Blogtour dedicato a 'Dente per Dente' di Francesco Muzzopappa.
(Uscito il 22 giugno in tutte le librerie per Fazi a € 15,00)


Un evento organizzato in collaborazione con altri fantastici blogger di cui vi consiglio le tappe e le recensioni.

Innanzitutto di seguito troverete il calendario con tutte le tappe.




Ma ora bando alle ciance e ciancio alla bande e veniamo subito alla mia tappa!
Avete voglia di fare un giro nel museo Mu.Co ed ammirarne le opere più brutte e cesse che si siano mai viste?

Per citare Muzzopappa: 
Perché una delle caratteristiche principali del MU.CO. è che, in mancanza d’opere di primo livello, le pareti sono invase da quadri di quarta o quinta categoria dei più grandi maestri dell’arte contemporanea. Come ha scritto il critico Morosetti sulle colonne di «la Repubblica»: «Anche i geni della pittura di tanto in tanto si sono riposati, producendo, in quei frangenti, delle autentiche croste d’autore. Il MU.CO. ha il pregio di raccoglierle tutte», una stroncatura, questa, che potrebbe anche avere l’aria di un sincero apprezzamento.



IL MUSEO MU.CO E LA STORIA DELL'ARTE


Lasciate che vi porti lungo i corridoi del museo alla scoperte di alcune delle opere d'arte Mu.Co!







Queste sono solo alcune delle opere che potete trovare al museo Mu.Co (e nel romanzo di Muzzopappa), ma vi lascio anche qualche immagine inedita.


Agnes martin - Kitchen - 1999 - Acrylic paint and graphite on canvas


George Braque - Two Black Wings - 1961 - oil on canvas


Otto Piene -  Eklipse - oil and soot on canvas

Richard Mortensen - la bouche - Oil on canvas

Vi lascio anche un piccolo approfondimento scritto da Muzzopappa in persona sulle opere d'arte:

Le opere incluse nel romanzo saranno grosso modo una dozzina. Nella migliore tradizione secchiona che mi contraddistingue dalla prima elementare, ne ho però realizzate una trentina per poi scegliere solo le migliori, quelle che sfuggivano alla logica dell'imitazione per diventare parodia. Sono quindi partito dagli stili distintivi degli artisti presi in esame nel testo, ne ho studiato a fondo il tratto e in qualche modo ho spinto il cursore fino al paradosso, creando opere d'arte che nella loro follia rasentano il grottesco, un meccanismo comico che applicato all'arte contemporanea ne amplifica l'effetto.

Bene ragazzi, la tappa/tour finisce qui.
Cosa ne pensate delle opere di questo museo?

Non dimenticate di completare il form rafflecopter per poter partecipare all'estrazione.


Bene, il post finisce qui, ma non dimenticate di commentare tutte le tappe.
A risentirci cari svampitelli miei.


 
Con amore,
Svamps.

venerdì 23 giugno 2017

5ª Tappa Blogtour Winter di Marissa Meyer



Buongiorno e ben trovati svampitelli belli!
FINALMENTE E' VENERDIIIIIII.
E che modo migliore c'è di iniziare la giornata ed inaugurare il weekend, se non con un blogtour?

Oggi, Ohmacheansia ha il piacere di ospitare sul blog la settima tappa del Blogtour dedicato a 'Winter' di Marissa Meyer.
(Uscito il 20 Giugno in tutte le librerie per Mondadori a € 19,00)


Un evento organizzato in collaborazione con altri fantastici blogger che vi faranno conoscere tanti dettagli a particolarità su questa bellissima saga e sulla sua scrittrice.

Innanzitutto d
i seguito troverete il calendario con tutte le tappe.





Ma ora bando alle ciance e ciancio alla bande e veniamo subito alla mia tappa!
INSPIRATION GALLERY, vi starete chiedendo cosa sia.
Praticamente la Meyer ha un profilo Pinterest (che potete trovare qui) dove ha raccolto tutto il materiale che le è stato di ispirazione per scrivere le Cronache Lunari, o anche tutte le immagini che le ricordavano qualcosa o anche volti di attori e disegni che potessero aiutare noi a figurarci i protagonisti della saga.
Oggi ve ne propongo un mix!


INSPIRATION GALLERY

AMBIENTAZIONI


 PERSONAGGI


TECNOLOGIA


VESTITI










Bene! Il post finisce qui, ma mi raccomando, non perdetevi le altre tappe del blogtour! *-*
Io vi saluto qui cari svampitelli belli, e ricordatevi: JOIN THE RESISTENCE!!!





A risentirci nel prossimo post!

 

Con amore,
Svamps.

giovedì 22 giugno 2017

Review Party: I racconti dei vicoletti di Nie Jun

Buongiorno e ben trovati svampitelli belli.
La recensione del giorno è dedicata ad un release day e fa parte di un review party (quanti paroloni altisonanti!)



Sto parlando di...

 


[LA RECENSIONE E' SPOILER FREE]

TitoloI racconti dei vicoletti
Autore: Nie Jun
Pagine: 128 (Copertina rigida)
Data di uscita: 22 Giugno 2017
Editore: Bao Publishing

Prezzo: € 18,00
Yu'er e nonno Doubao vivono tra i vicoletti la margine della grande città. La piccola è disabile, ma questo non le impedisce di avere tanti amici, di sentire in modo tangibile l'affetto delle persone che la circondano, e il nonno crea per lei infinite occasioni di svago e di sorriso. Il microcosmo della periferia fonde reale e immaginario, tangibile e simbolico, presente e ricordo, in un libro che vi riempirà di una magia semplice e innata in ciascuno di noi, ma che tendiamo a dimenticare. Un capolavoro vero, dal pennello sapiente del maestro del fumetto moderno cinese, Nie Jun.

Potete dare uno sguardo alle prime pagine qui.(E qualche cenno sull'autore qui).

Avevo già parlato di questa nuova collana cinese Bao nel post anteprima che vi ho linkato su, ed ero rimasta veramente affascinata dalla copertina de I racconti dei vicoletti.
Certo, l'avevo presa un po' sottogamba perché pensavo fosse una cosa pucciosa e basta, nulla di che. Insomma una di quelle innumerevoli graphic novel belle e curate, che però spesso non ti lasciano granché.
E invece... 

Fin dalla prima tavola sono stata catapultata in un mondo di cui sentivo la mancanza, quello ghibliano de I sospiri del mio cuore, di Totoro, de La città incantata.
I colori pastello, i tratti dei personaggi che non riescono a non farti provare simpatia ed affetto per loro, la sensazione di sentire il vento d'estate sulla pelle ed il suono degli scacciaspiriti nelle orecchie.

Questa graphic novel per me è stata un'esperienza sensoriale a tutto tondo.
Mi spiego... 
Nelle tavole in cui c'è uno scorcio di paesaggio e magari solo il disegno di una foglia che cade, trasportata dal vento, mi sono immediatamente figurata una di quelle tipiche scene degli anime, quando fa caldo e si sente solo il lieve sibilare della brezza, e c'è quella sorta di immobilità pacata che quasi ti fa venire sonno.
(Sono sicura di non essermi espressa bene, ma spero stiate seguendo più o meno il mio discorso/paragone.)

La storia si incentra sulle piccole avventure (che sarebbero poi i vari racconti dei vicoletti) di Yu'er, piccola adorabile bambina disabile col sogno di diventare una campionessa paraolimpica di nuoto, e di suo nonno Doubao, l'uomo più pucciosamente cicciottello e tenero del mondo.
Insieme ci porteranno nei vicoletti, raccontandoci le storie di chi abita il quartiere, o il segreto che si nasconde dietro un determinato oggetto, o anche un bizzarro incontro che vìola tutte le leggi dello spazio tempo.

Ogni capitolo mi ha fatta sorridere, mi ha piacevolmente sorpresa e mi ha trasportata in luoghi lontanissimi.
Mi è piaciuto così tanto che alle fine avevo le lacrime agli occhi!
E' un'opera dolce e delicata, commovente, semplice ma con un importante messaggio di fondo.
Vi ripeto, i disegni vi conquisteranno, le varie scene vi faranno sognare, i colori caldi vi faranno sentire come in un abbraccio, tornerete bambini ma allo stesso tempo guarderete alle storie come solo un adulto può fare. 
Con consapevolezza e nostalgia.

Io non so se la delicatezza e la magia sono una caratteristiche preponderanti del popolo asiatico, ma questa nuova collana cinese parte decisamente col botto.
Spero che conoscere Yu'er, Doubao, mini-Zucca e suo nonno, e il paradiso degli insetti vi faccia volare sulle ali della fantasia, anche se magari la credevate perduta.

Inutile dirvi che si è meritata cinque stelline su cinque da quanto è bella e spero che a voi piaccia tanto quanto a me.
Se la leggete fatemi sapere.
Se non la leggete siete delle brutte persone, ve lo dico eh!
E qui a seguire l'elenco dei partecipanti:

- La Fenice Book 

- Everpop  

- Il colore dei libri  

- Oh ma che ansia 
*che ovviamente sono io e mi conoscete già XD



Per oggi è tutto, ci sentiamo alla prossima recensione!


Con amore,
Svamps.